12 luglio 2014

Tortina vintage,sentieri e saluti...


I dubbi entrano,vanno via,poi ecco che ritornano e ancora vanno via...Lasciano una scia che non traccia la strada da percorrere,ma un sentiero tortuoso che disorienta e lascia senza fiato,tanto è l'affanno per trovare l'indirizzo giusto.E allora stanca e delusa ti siedi su quel tronco,rassicurante,dove l'ombra di un'enorme quercia da una leggera freschezza,grazie alla sua folta chioma.Prendi fiato e rinfrancata sai che non devi tornare indietro;allora continui a cercare la strada giusta...C'è,dev'esserci,così continuo a camminare...

Durante il cammino ho raccolto le foglie più belle,alcune un pò ingiallite dalle tempeste della vita,qualcuna ancora di un verde brillante,forse,mai scalfite da nessuna pioggia o semplicemente più tenaci e meno fragili...Tutte sono state chiuse man mano nel libro scritto in questi cinque anni.Ogni riga racconta le vostre parole,i vostri commenti,la vostra ironia,le vostre pacche sulle spalle,i sorrisi, e miliardi di emozioni...Mentre sfoglio e rileggo,mi accorgo che qualche foglia è scivolata via,allora la raccolgo e la ripongo con gratitudine....

Questo è stato il mio percorso qui con voi e nonostante a volte mi sia fermata,voi eravate li...Nel giorno del mio compleanno eravate "lì" ed io manco una fettina di torta ho potuto offrirvi,ma stavo camminando.Ora mi son seduta all'ombra della quercia per dirvi grazie e per scusarmi della mia "poca presenza".Ritorno e vado via di nuovo...ma vi lascio solo per assaporare meglio l'oasi dell'estate che tanto amo,nonostante le zanzare,l'afa e i capelli a panettone!Vi voglio bene,ci rivediamo a settembre..spero con più assiduità e più ardore!...o-O tranquille,non voglio violentarvi...quel tipo di ardore lo riservo ad altri ;)!


Vi offro una fetta della mia torta di compleanno,una tortina un pò vintage,non solo esteticamente ma anche nel sapore.Crema chantilly alla vaniglia e crema al cioccolato farciscono il pan di spagna,qualche riccioletto di panna,qualche granello di nocciola a decorare i bordi....e il gioco è fatto: la malinconia ti prende a braccetto e ti porta via.Si mi viene un pò di malinconia,mentre vi saluto....


 Buona estate amiche mie

20 giugno 2014

"Sbrisoline"con pesche tabacchiere



Le gote rosee di una pesca.
La pelle vellutata della pesca.
Fiori rosa e profumati di pesco.
La pesca evoca sempre qualcosa di delicato,gentile,profumo inebriante che ti riporta indietro nel tempo,lontano molto lontano,quando una damina seduta sulla dura panchina in ferro battuto,all'ombra di un gazebo,col suo ombrellino di pizzo lasciato cadere mollemente,si faceva vezzeggiare dai doni del suo contadinello...e quella volta erano pesche dolcissime,profumate,piene del nettare più ammaliante...
Riapro gli occhi con un sussulto e mi ritrovo la cognata col cestino di pesche tabacchiere...Apprezzo il tuo gesto,sai che da tempo le desideravo,assecondi spesso i capricci dell'ingorda,manco fossi incinta e tu il padre rimbambito...però il contadinello col gazebo e l'ombrellino mi intrigavano di più!


Sbrisoline con pesche tabacchiere
Ingredienti
Per sei crostatine
200 g. di farina 00
100 g. di farina di riso
120 g. di zucchero a velo
120 g. di burro freddo a tocchetti
2 tuorli
un cucchiaino di lievito per dolci
un pizzico di sale
per la farcia
6 cucchiai rasi di marmellata di arance
3 pesche nettarine
per le pesche caramellate
2 pesche nettarine pulite e affettate
2 cucchiai di zucchero di canna
una noce di burro
per la pasta crumble
100 g. di farina 00
50 g. di farina di riso
80 g. di nocciole tritate
100 g. di zucchero di canna
100 g. di burro
50 g. di cioccolato bianco

Per la base,setacciare le farine col lievito ed il sale.Unire lo zucchero e mescolare.Aggiungere il burro freddo e iniziare la sabbiatura(con dita sfregare il tutto fino ad ottenere come una sabbia),unire i tuorli e velocemente impastare per ottenere una pasta liscia ed avvolgere in pellicola.Far riposare in frigo una mezz'ora.Imburrare le formine per crostatine e stendere la pasta.Ritagliare dei cerchi leggermente più grandi del diametro delle formine ed adagiarli nelle stesse.Punzecchiare un pò il fondo coi rebbi di una forchetta e riporre di nuovo in frigo.Per la pasta crumble,prendere una ciotola capiente,versarvi le farine,lo zucchero e il burro.Lavorare velocemente con le punte delle dita fino ad ottenere un composto sbricioloso,unirvi ora anche le nocciole tritate e il cioccolato sminuzzato.Mettere da parte in frigo.Sbucciare le tre pesche e tagliarle a fettine,riprendere le formine,spalmare sul fondo e lungo i bordi la marmellata di arance e adagiarvi le fettine di pesca.Ricoprire con briciole di crumble e cuocere in forno caldo a 170°per una ventina di minuti.Intanto sbucciare ed affettare le altre due pesche.Far sciogliere la noce di burro in padella e unire lo zucchero,far sciogliere ed unirvi le pesche,Lasciare cuocere appena due minuti,lasciando rivestire le pesche del caramello,mettere da parte.Quando ormai son raffreddate,sformare le sbrisoline e decorare con fettine di pesca caramellate.


Buon fine settimana amiche!A presto...almeno spero!

04 giugno 2014

Semifreddo fragole e mascarpone



Non amo i tappeti,per quanto belli e preziosi possano essere mi opprimono,quasi mi sembra di avere l'affanno ogni volta che ne ammiro qualcuno in casa di amiche o in qualche negozio.Sarà una specie di fobia?Non so,ma una cosa è certa,i pavimenti di casa mia ne sono sgombri,nonostante qualche volta abbia ceduto al vezzo di un momento;,alla fine rassegnata li ho tolti per poter respirare!Il mio respiro,così influenzato
 da cose ed emozioni,sembra che col passare degli anni vada in affanno più facilmente,troppo sensibile,forse, alle ansie dei momenti...Invece quanta aria ha riempito i miei polmoni,quando ho steso pigramente questo tappeto di fragole sulla soffice distesa di mascarpone;la soddisfazione li ha riempiti così tanto che solo un lungo sospiro ha potuto liberarli.


Semifreddo fragole e mascarpone
 Ingredienti:
500 g. di fragole
4 cucchiai di zucchero
un cucchiaio di amaretto liquore
Per la base
250 g. di biscotti digestive
80 g. di burro
Per la mousse di mascarpone
2 uova
120 g. di zucchero
250 g. di mascarpone
100 ml di panna
2 fogli di colla di pesce
Per la gelée di fragole
200 g. di fragole
1 foglio di colla di pesce
per decorare 
fragole q.b

Lavare bene le fragole,tagliarle  a pezzetti e cospargere di zucchero semolato ed un cucchiaio di amaretto.Prenderne circa la metà e frullarle per ottenere una purea,servirà per la gelée e le altre per decorare il dolce.Coprire entrambe le preparazioni con pellicola e mettere da parte.
Al mixer tritare i biscotti.Prima di inserire il burro prenderne tre cucchiaiate,serviranno per l'interno del dolce.Unire il burro e frullare ancora fino ad ottenere un composto fine ed appiccicoso.Porre un cerchio d'acciaio(io circa 24 cm.) apribile su una base piana che può essere un piatto o una teglia,coperta da carta forno.Coprire il fondo con i biscotti sbriciolati e compattare bene,in modo da creare la base del dolce.Porre in frigorifero a rassodare.
Procedere con la moussse.Prendere lo zucchero,metterlo in un pentolino,coprirlo a filo con un pò d'acqua e portare ad una temperatura di 121°.Separare i tuorli dagli albumi ed iniziare a montare questi ultimi,versarvi metà dello zucchero e continuare a montare fino a completo raffreddamento.Fare la stessa cosa con i tuorli,utilizzando il rimanente zucchero bollente.Unire ai tuorli ormai freddi il mascarpone,gli albumi e la panna montata in precedenza.Il tutto si unirà con delicatezza,mescolando sempre dal basso verso l'alto.Riporre in frigo.Prendere due cucchiai della purea di fragole e scaldarla appena.Sciogliervi il foglio i colla di pesce,precedentemente messo ammollo in acqua fredda per una decina di minuti e mescolare bene.Aggiungere alla restante purea e mettere da parte.Prendere dal frigo la base al biscotto,versarvi circa la metà della mousse al mascarpone,coprire con la gelée di fragole e spolverare con le briciole dei biscotti.Coprire ancora di mascarpone,livellare bene e fare dei piccoli spuntoni come decoro lungo il bordo.Coprire con pellicola e mettere in freezer almeno un paio d'ore.Prima di servire tirarla fuori un paio di ore prima e poco prima di servire riempire il solco centrale delle fragole in macedonia messe precedentemente da parte.



Ho approfittato delle ultime fragole,volevo rendere loro una degna fine per un goloso ricordo!
Un bacio amiche,alla prossima!

23 maggio 2014

Brioche di cornetti farciti


Da tempo non mi sdraio su un tappeto di erba morbida e profumata,bagnata di rugiada,a farmi cullare dalle nuvole rincorse dai raggi di sole e farmi accarezzare dalle beatitudine del momento.Da tempo non stendo una tovaglia a scacchi che profuma ancora di bucato e che ribelle si fa sballottare dal vento geloso e dispettoso o rincorrere dalle grida del"capocchione",mentre gli tiro una pallonata in testa!Ero una bambina dispettosa come il vento e quando quel nanerottolo del vicino di "picnic"mi chiamò "quattrocchi",pensai bene di tirargli un missile...Inutile dirvi che la mia mamma litigo con la sua,quasi scoppio la rissa,mentre il moccioso andava gridando a squarciagola,manco la testa gliel'avessi staccata  per davvero...impossibile visto il capocchione che si ritrovava...Io consapevole di ciò che avevo combinato,giurai a me stessa che mai più avrei fatto una scampagnata e fui ancor più consapevole del mio odio per quegli occhiali...

Neanche il cestino pieno di leccornie era riuscito a tenermi buona,manco il pensiero di quella frittata di maccheroni cucinata al mattino presto dalla mamma,mi aveva fermato e neanche il casatiello pieno di salumi aveva frenato il mio impeto.Chissà se questa brioche fatta da tanti cornetti,sarebbe riuscita a tirare le redini della rabbia...Ne dubito fortemente,ma in una cosa è riuscita...mi ha fatto tacere,mentre la gustavo e ricordavo sorridendo il"capocchione" O-o!


Brioche di cornetti farciti
Ingredienti:
350 g. di farina 0
150 g. di farina di semola rimacinata
100 g. di acqua
100 g. di latte intero
90 g. di lievito madre(o 10 g. di lievito di birra)
1 uovo intero
1 cucchiaino e mezzo di sale
1 cucchiaino di miele o zucchero
80 g. di burro morbido e a tocchetti
Per la farcia
200 g. di ricotta
200 g. di formaggio fresco spalmabile
150 g. di salame
1 cucchiaio abbondante di parmigiano

Sciogliere il lievito nel latte mescolato all'acqua e al cucchiaino di miele.Unire tre cucchiai presi dal totale della farina,si otterrà una pastella che lasceremo riposare una mezz'ora,coperta con pellicola.Nella planetaria o in una ciotola versare il resto delle farine,unire il lievito e l'uovo ed iniziare ad impastare.Quando i liquidi saranno assorbiti unirvi il burro e alla fine il sale.Impastare per una decina di minuti,fino ad ottenere un impasto ben lavorato e soprattutto non più appiccicoso.Far lievitare fino al raddoppio.Intanto preparare la farcia.Nel mixer mettere tutti insieme,la ricotta,il parmigiano,il formaggio spalmabile ed il salame.Azionare il mixer fino ad ottenere una crema,comunque il salame non si triturerà del tutto e la crema rimarrà granulosa.Prendere l'impasto raddoppiato e stenderlo in un bel cerchio ad uno spessore di mezzo cm.Spalmare tutta la superficie di crema.Ritagliare a spicchi,io ne ho ottenuti 12.Arrotolare dando la classica forma a cornetto,disporre piuttosto vicini in una teglia quadrata ricoperta di carta forno.Coprire e lasciare lievitare ancora fino al raddoppio.Spennellare con un uovo battuto con un goccio di latte,cospargere di semi di sesamo ed infornare a 170° per una quarantina di minuti.

Durante la lievitazione si uniranno,ancora di più con la cottura,così si avrà una brioche intera bella da vedere e soprattutto tanto sfiziosa,ognuno staccherà il suo cornetto.



Con questa ricetta partecipo al contest di Esme,in pratica un cestino ricco di bontà!


Si evince che non"scampagno"da tempo...mi tocca provvedere e giuro che questa volta niente palloni,sempre che non mi imbatta in qualche capocchione!
A presto amiche,un bacio e buon fine settimana!


16 maggio 2014

Caprese di nocciole!


Un reticolato di cioccolato a decorare una caprese fatta di sole nocciole e che regala un gusto più pieno a questo dolce intenso nel profumo,al palato e che ricorda quella famosa crema di nocciole di cui tutti grandi e piccini siamo ghiotti.Una piacevole scoperta,che confesso mi ha soddisfatta più della classica caprese fatta di sole mandorle e forse mi ha appagato ancor più per quel reticolato di dolcezza,che su di essa  si è intrecciato.Un intreccio non di filo spinato,ma di morbida ganache,come golosa recinzione per un campo di cioccolato,seminato di fragranti nocciole...prigioniere solo di tanta bontà!

Non mi tremavano le mani,ma il cornetto faceva le bizze...Ecco è venuto un reticolato"tremulo" ,ma non è colpa dell'età...almeno per ora ;)!


Ingredienti per una tortiera da 26 cm
6 uova
250 g di nocciole tostate
250 g. di zucchero
250 g. di cioccolato fondente(di ottima qualità)
250 g. di burro
un pizzico di sale
un cucchiaio di fecola
 un cucchiaio di cacao
2 cucchiaini di estratto di vaniglia
zucchero a velo
*******

Tritare finemente le nocciole con un paio di cucchiai di zucchero presi dal totale.Far sciogliere a bagnomaria il burro e il cioccolato a pezzetti.Mescolare con una spatola affinchè si ottenga un composto fluido ed omogeneo.Mettere da parte ad intiepidire.Prenderne un paio di cucchiai e metterli in un piccolo cornetto fatto di carta forno o in una sac a poche piccola e lasciare da parte,servirà per decorare.Montare i bianchi delle uova con metà dello zucchero e riporre da parte.Con le stesse fruste montare ora,i rossi con il restante zucchero ed il pizzico di sale,con i cucchiaini di vaniglia.Ora versare piano piano il composto di cioccolato e burro,alternato al mix di nocciole.Amalgamare bene con una spatola,unendo anche i bianchi montati e mescolare con delicatezza,affinchè il composto sia omogeneo e amalgamato.Versare nella tortiera imburrata e con il fondo coperto da carta forno.Infornare per almeno cinquanta minuti a 170°.
E' una torta che deve rimanere umida,perciò sappiate regolarvi in base al vostro forno.Una volta cotta,lasciare raffreddare e decorare con strisce a formare un reticolato,grazie al cornetto o al sac a poche

E' una torta adatta anche a chi è intollerante al glutine,naturalmente dopo essersi accertati che tutti gli altri ingredienti ne siano privi.

Ma anche decorata di tanto zucchero al velo,è sempre meravigliosa!


Vi lascio bimbe,vado a districare quel reticolato che ho in testa!Come una libellula me ne sono andata sotto quei quattro goccioloni caduti improvvisamente ed ora altro che filo spinato,ho come un ciambellone capovolto in testa O-o

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails